volley.sportrentino.it
SporTrentino.it
A2 Femminile

Ormai definite le due palleggiatrici della nuova Itas Trentino

Sarà un’Itas Trentino molto competitiva, quella che affronterà nuovamente il campionato di serie A2 con l’obiettivo di vincerlo, per tornare subito in A1. Non è ancora tempo di ufficializzazioni, ma, almeno per quanto riguarda il reparto cruciale delle palleggiatrici, le trattative dovrebbero portare in maglia gialloblù una titolare di lusso per la categoria e una vice molto giovane e interessante. Salutato il terzetto composto da Gaia Guiducci (che dovrebbe finire a Chieri), Martina Stocco e Viola Passaro, il club di via Trener è pronto per cambiare nuovamente le atlete da piazzare in cabina di regia.

Quello messo a segno per la titolare potrebbe risultare il colpo più prestigioso della primavera trentina, dato che e guidare l’Itas Trentino dovrebbe essere la modenese Vittoria Prandi, una giocatrice ormai matura (è nata nel novembre del 1994), che nelle ultime due stagioni ha militato in serie A1, prima per conquistare la salvezza da titolare a Pinerolo e poi per vestire i panni di vice Orro al Vero Volley Milano. In A1 aveva esordito nel 2012 con la maglia di Busto Arsizio, la società che l’ha lanciata ad alti livelli, e in seguito la massima categoria l’aveva frequentata anche a Modena (2013-2014), Vicenza (2015-2016) e Bergamo (2019-2021).

Tante anche le sue partecipazioni al campionato di A2, fra Club Italia, un gruppo del quale facevano parte anche la stessa Alessia Orro, Ofelia Malinov, Vittoria Piani, Paola Egonu, Sofia D’Odorico, Anna Danesi e Beatrice Berti, poi Pavia, Brescia (per due stagioni), Orvieto e Pinerolo. A Brescia e a Pinerolo riuscì anche a conquistare la promozione in A1. Si tratta insomma di un’alzatrice molto completa, che sa farsi valere anche in battuta e a muro e che in A2 rappresenterebbe una garanzia per dare l'assalto alla promozione.

Interessante, in prospettiva, anche la sua alternativa, che sarebbe stata individuata nella giovane Ilaria Batte, cresciuta prima nel fertile vivaio del Volleyrò e poi nel Club Italia, con il quale ha giocato prima in A2 (sfidando anche l’Itas Trentino) e poi, in questa stagione, in B1. Nata a Moncalieri nel giugno del 2005, è figlia di Alexis Batte, l’opposto cubano che ha giocato per una stagione anche a Mezzolombardo in A2 e che purtroppo si è spento nel marzo del 2023 a causa di una malattia. Nell’agosto scorso ha condotto la nazionale azzurra alla medaglia di bronzo ai Mondiali under 19 e a fine manifestazione è stata inserita dalla Fivb nel settetto ideale della manifestazione, unica fra le italiane.
Si tratta quindi di un “pacchetto” di registe di alto livello per la categoria, della quale faranno sicuramente queste 12 squadre: Messina, Macerata, Albese, Cremona, Mondovì, San Giovanni in Marignano, Montecchio, Offanengo, Brescia, Lecco Picco, Olbia e Melendugno, un elenco che a breve si allungherà con una fra Futura Busto Arsizio e Talmassons (l’altra volerà in A1, budget permettendo).

Autore
Andrea Cobbe
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,656 sec.

Classifica

Notizie

Foto e Video