volley.sportrentino.it
SporTrentino.it
SuperLega

Trentino Itas sul velluto: 3-0 al Karlovarsko in un'ora

Alla vigilia di questo match, il primo del girone di ritorno del girone D di Champions League, qualche preoccupazione forse c’era, in casa Trentino Volley, dato che la squadra era da poco rientrata dal Brasile, e doveva ancora smaltire il cambio di fuso orario, e dato che all’andata il Cez Karlovarsko un set lo aveva saputo comunque conquistare. Invece il match ha rapidamente spazzato via ogni timore, avendo messo di fronte due formazioni di livello, sia per doti tecniche sia per fisicità, molto diverso. Pur avendo fatto riposare Kaziyski e Lavia, Angelo Lorenzetti non ha mai dovuto preoccuparsi per quello che succedeva in campo (tanto da non aver utilizzato alcun time out), perché la superiorità gialloblù è sempre apparsa nettissima.

La squadra ceca la propria parte l’ha comunque fatta: ha provato a giocare la propria pallavolo, orchestrata dall’ex regista di Modena Wessel Keemink, ma il divario fisico e tecnico esistente non le ha lasciato spazio di manovra. Jiri Novak ha provato a mescolare un po’ le carte, nel corso del match, inserendo l’estone Juhkami al posto del polacco Wiese in posto-4 già dalla fine del primo set e l’opposto Lamanek per Sasak dall’inizio del terzo, ma tutto quello che ha ottenuto sono stati 8 break point nell’intero match.
Nelle file trentine Nelli e Dzavoronok sono stati fra i giocatori che hanno fatto vedere le cose migliori (73% per entrambi in attacco), dando buone risposte in vista del girone di ritorno della regular season, quando ci sarà certamente bisogno anche di loro.
I numeri finali parlano di una superiorità schiacciante dei gialloblù in tutti i fondamentali: 69%-42% in attacco, 7-2 a muro, 6-3 in battuta. La differenza in assoluto più marcata è quella nelle azioni di contrattacco: 69% contro 33%.

La cronaca

Detto dello starting seven trentino, quello ceco vede Keemink al palleggio, Sasak opposto, Inhat e Wiese in posto 4, Zaijcek e Weir al centro, Pfeffer libero. I gialloblù partono subito forte, Michieletto (alla sua prima con i galloni da capitano) realizza un attacco ed un ace e Lisinac ferma a muro Sasak per il 6-2, poi si tocca a Dzavoronok (due attacchi per il 9-3, un muro per l’11-4) e per gli ospiti sono dolori. Ad aumentare il gap ci pensano poi Nelli (13-6) e Michieletto, che a rete passa con regolarità nella fase centrale del parziale (18-10 e 20-13), che si chiude sul 25-17.

Nel secondo set i cechi tengono botta fino al 5-5, poi Lisinac realizza un ace corto alla sua maniera, seguito da un errore di Juhkami. A trasformarlo in un allenamento ci pensa il turno al servizio di Nelli, che produce altri quattro break point con un ace e tre attacchi di Podrascanin e Michieletto (12-6). Dzavoronok festeggia un ace (14-7) e nel finale mette a terra, insieme a Nelli, i palloni che servono per arrivare al 25-15 finale.

Nel terzo parziale l’equilibrio sopravvive “addirittura” fino al 10-10, dato che il Karlovarsko riesce a difendere qualcosa in più, oltre a realizzare due ace per mano di Ihnat e Keemink. Basta però che vada al servizio Sbertoli, per vedere il punteggio schizzare sul 15-10, soprattutto per merito del muro, che va a segno con Nelli, Michieletto e Dzavoronok. Poi c’è spazio anche per D’Heer, per un altro ace di Nelli e nel finale a scatenarsi è Michieletto.

Il tabellino

Trentino Itas - CEZ Karlovarsko 3-0 (25-17, 25-15, 25-17)
TRENTINO ITAS: Nelli 12, Podrascanin 3, Sbertoli, Michieletto 15, Lisinac 7, Dzavoronok 14, Laurenzano (L); D’Heer 3, Pace (L), Berger. N.e. Kaziyski, Cavuto, Bernardis, Lavia. All. Angelo Lorenzetti.
CEZ KARLOVARSKO: Inhat 8, Zajicek 5, Sasak 4, Wiese, Weir 6, Keemink 1, Pfeffer (L); Kocka (L), Lamanec 4, Juhkami 6, Kasan, Pastrnak, Patocka. All. Jiri Novak.
ARBITRI: Lopes Pinto di Porto (Portogallo) e Mezöffy di Budapest (Ungheria).
DURATA SET: 19', 22', 22'; tot 1h e 3'.
NOTE: 1.606 spettatori. Trentino Itas: 7 muri, 6 ace, 13 errori in battuta, 2 errori azione, 69% in attacco, 59% (22%) in ricezione. Karlovarsko: 2 muri, 3 ace, 14 errori in battuta, 6 errori azione, 42% in attacco, 35% (17%) in ricezione. Mvp Michieletto.

Autore
Andrea Cobbe
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,781 sec.

Classifica

Notizie

Foto e Video