SporTrentino.it
B1 Femminile

Il Volano gioca alla pari con la capolista, ma non basta

Il ritorno ad una sfida che vale i tre punti non è stato dei più felici per il Volano Rothoblaas, che sabato è uscito a mani vuote dal campo di Volta Mantovana. Un 3-1 a favore delle imbattute padrone di casa, che lascia non pochi rimpianti alle lagarine, capaci di combattere alla pari contro le quotate avversarie in tutte le frazioni fino alla soglia del 20, ovvero fino al 22-21 nella prima, fino al 20-19 nella terza e fino al 23-22 nella quarta, per perdere poi il controllo della situazione nel momento determinante. Da una parte, quindi, la squadra di Luca Parlatini ha dimostrato di potersela giocare alla pari sul piano dell’arsenale di cui dispone, dall’altra di mancare ancora del cinismo necessario in questo tipo di match e in quelli che giocherà nei playoff.
Peccato, perché stavolta il Nardi era sceso in campo senza la schiacciatrice Cristina Coppi (sostituita da Glenda Sandrini, che ha chiuso con il 20% in attacco) e perché l’opposta Sofia Tosi è apparsa in grossa difficoltà (27% per lei con 5 errori). Peccato, anche perché in una giornata in cui le giocatrici di palla alta hanno fatto a gara, in entrambe le metà campo, a chi faticava di più (29 su 97 per il trio lagarino, 28 su 103 per il trio lombardo), il Rothoblaas era riuscito ad attaccare meglio nella fase di cambio palla (47% - 36% dopo ricezione positiva, addirittura 52%-21% dopo ricezione negativa) e persino a sbagliare meno delle avversarie (15 errori contro 18), ma alla fine ha pagato a carissimo prezzo i 15 errori al servizio contro appena 3 delle mantovane. Peccato, infine, che le trentine non siano riuscite a capitalizzare la prova “mostre” di Livia Tresoldi, che si sta rivelando un acquisto azzeccatissimo, capace di chiudere con 19 punti all’attivo e il 65% in attacco.

La cronaca

Matteo Solforati inizia il match con il settetto base, ad eccezione di uno dei due posti-4, dato che l’ex Delta Cristina Coppi siede in panchina sostituita da Gleda Sandrini. Luca Parlatini risponde con il solito immutabile assetto, che prevede Bortolot in regia, Pozzoni opposta, Galbero e Barbolini in banda, Gabrieli e Tresoldi al centro, Scanavacca libero.
Le ospiti partono benissimo, portandosi sullo 0-3, grazie alle buone battute di Bortolot e a due errori gratuiti delle mantovane. Barbolini si fa perdonare un errore con l’attacco break del 3-6, poi sul 5-8 la Nardi accorcia le distanze grazie ad un muro su Tresoldi e a un errore di Bortolot, però basta poco per alterare gli equilibri in un match in cui gli attacchi stentano, così il Volano riallunga grazie ad un errore di Tosi, per poi ritrovarsi in parità quando Barbolini sbaglia la pipe e Tosi mura Galbero (11-11). L’equilibrio è assoluto, ma dopo che Pozzoni e un fallo di rotazione consentono alle ospiti di portarsi sull’11-14, le padrone di casa cambiano marcia e, in due sole rotazioni, volano sul 18-15, sfruttando le belle battute di Ferrarini e di Tosi, combinate con uno show di Mila Montani a muro e su due passaggi a vuoto di Barbolini in ricezione. Potrebbe essere l’ennesimo allungo rimediabile, invece è quello definitivo, perché il +3 non viene più annullato. La regista Giroldi decide di sfruttare con successo la soluzione centrale e nel finale Ferrarini ci mette anche un ace su Pozzoni per il 25-22 finale.

Nel secondo set il Volano si riscatta. All’inizio è battaglia, perché pur passando regolarità le ospiti pagano gli errori di Galbero e Barbolini, ma sul 5-6 la numero 10 del Rothoblaas piazza tre ottime battute, che valgono un ace, un muro di Galbero e un errore di Boninsegna (5-9). Le grandi difficoltà delle ospiti su palla alta permettono al Nardi di accorciare fino all’8-10, ma dopo un primo tempo di Gabrieli, Bortolot trova un ace (8-12) e non finisce qui, perché poi il Volano dilaga grazie a un primo tempo di Tresoldi, un attacco di Pozzoni e un errore di Tosi. Sull’11-17 la frazione è in cascina, anche se Boninsegna non si dà per vinta e prova a trascinare quasi da sola le compagne all’aggancio, portandole comunque fino al 18-21, aiutata da un paio di errori trentini. Un muro di Galbero sulla stessa numero 2 mantovana regala il decisivo 18-23 alla Rothoblaas, che poi va a chiudere sul 20-25.

Il Volano prende coraggio e parte bene anche nella terza frazione (1-4 con Galbero al servizio), ma poi comincia a pagare a caro prezzo la sterilità dei posti-4. Passa solo l’ispiratissima Livia Tresoldi, ben innescata da Bortolot, ma non possono bastare i suoi cambi palla per reggere il confronto, così un altro errore di Galbero vale la parità sull’8-8. La frazione assomiglia maledettamente alla prima, dato che le ospiti tengono botta fino al 15-16 in proprio favore, ma poi si fanno del male da sole inanellando due errori consecutivi (Galbero e Gabrieli) e subendo sue ace di fila (Barbolini). Il 19-16 complica maledettamente le cose, infatti il Volano riesce al massimo a portarsi a -1 (20-19) con un muro di Barbolini, ma in seguito Montani inizia uno show personale fatto di fast immarcabili, che permettono al Volta di chiudere 25-22.

Il finale della terza frazione lascia un po’ di amaro in bocca alle trentine, ma il Volta di giornata non è una macchina priva di punti deboli, basterebbe aumentare un po’ il rendimento dei posti-4 per giocarsi la partita fino in fondo. Più semplice a dirsi che a farsi, perché in tutto il set Galbero e Barbolini metteranno a terra appena tre palloni in due. L’avvio è al solito carico di buoni auspici: un ace di Galbero vale lo 0-2, poi Ferrarini e Montani sbagliano, regalando alle ospiti il 3-6. Basta però pochissimo per vedere Barbolini sbagliare e poi venire murata e Montani per infierire con la solita fast insieme a Boninsegna, che con un pallonetto firma il sorpasso sul 7-6. Tresoldi risponde per le rime con due fast, alimentando la sfida di alto livello con Montani, che diventa sempre più il cuore della gara, il problema è che i posti-3 mantovani vanno a segno anche a muro (Ferrarini blocca prima Gabrieli e poi Pozzoni). Nonostante tutto il Volano tiene botta fino 14-14, quando le battute di Tosi fanno male al cambio palla lagarino, che esce dalla rotazione solo grazie ad un errore di Sandrini sul 17-14, dopo aver incassato un ace e due attacchi vincenti della Nardi. Livia Tresoldi mette sul piatto un muro, un ace e un attacco, ma l’attacco continua a non girare e quindi il 20-20 conquistato quasi solo per merito della numero 7 volanese evapora rapidamente con due errori (servizio e attacco out). Sul 23-20 si apre l’ultimo pertugio: Boninsegna sbaglia il servizio, poi Pozzoni va a segno con un mano e out, ma sul 23-22 la stessa Boninsegna non sbaglia in attacco e l’ultimo punto sarebbe da videocheck. Sandrini attacca sul muro e Gabrieli manda la palla vicinissima alla riga laterale: in? out? Nel dubbio l’arbitro manda tutti a casa, risolvendo ogni questione.

Il tabellino completo

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,516 sec.

Classifica

Notizie

Foto e Video