SporTrentino.it
B2 Femminile

Sabato inizia il campionato anche per Marzola, C9 e Lagaris

Un nuovo campionato, finalmente completo, riparte per tre squadre dalle ambizioni molto differenti tra loro. Sabato alle 19 inizia la Serie B2, un torneo, per quanto concerne il girone D, con 11 squadre e tante incognite. La prima su tutte, con ben cinque neopromosse, il livello del campionato e le forze in campo tra compagini che non si conoscono benissimo e scopriranno di volta in volta le proprie possibilità reali. Tra loro anche Marzola, Lagaris e C9 Arco Riva, che sgomiteranno per un posto all’altezza delle ambizioni. Si riparte dal Marzola che ha concluso la stagione scorsa ai playoff contro il Legnaro e che cercherà di nuovo un posto tra le prime, dal Lagaris che sicuramente vorrà migliorare il campionato scorso e dal C9 che torna in un campionato nazionale con un mix tra giovanissime ed esperte.

Con la dorsale della squadra confermata, il Marzola allenato da Davide Di Nardo rimane un gruppo che la scorsa primavera ha dimostrato di essere competitivo. Salutata l’opposta Annalisa Michieletto, che ha scelto la Serie C, la centrale Paola Bandera e la schiacciatrice Diletta Fuganti, il coach rosablù ha modificato il ruolo ad alcune delle proprie ragazze e ha accolto la centrale D’Onofrio, la schiacciatrice Dori e la palleggiatrice Vignoli. «Abbiamo volutamente cambiato poco - spiega Di Nardo - in quanto il gruppo è ottimo e le ragazze stanno bene assieme. Qualche ragazza, in accordo con la società, ha scelto altre destinazioni e alcune sono rimaste ma cambieranno ruolo, come Giada Tormen che passerà in posto 2, una scommessa che pensiamo di vincere, mentre Nora Nahum da opposta passerà a posto-4. Penso che la squadra sia di buon livello e possa disputare un campionato nella metà alta della classifica, ma tutto dipende da noi, da quanto riusciremo a caricarci e a motivarci nel corso del torneo».

Qualche variazione in organico anche per il Lagaris, che farà a meno di Djanet Fogagnolo, la quale peraltro non ha lasciato il segno nella scorsa stagione, e riabbraccia il libero Elisa Della Valentina, di ritorno dall’esperienza in B1 a Volano, dove ha trovato ben poco spazio. Tutta nuova è la coppia di palleggiatrici, formata da Paoli e Quaglierini, obiettivo una salvezza tranquillissima, poi si vedrà
«Abbiamo iniziato leggermente in ritardo - rivela coach Mihai Bejenaru - rispetto alle normali tabelle di avvicinamento al campionato, ma abbiamo ampiamente recuperato. La squadra di quest’anno ha meno esperienza, ma è molto più equilibrata e sta crescendo di giorno in giorno e se tutte staranno bene e avranno costanza riusciremo a toglierci qualche soddisfazione. Se il lavoro pagherà potremo ambire a qualcosa di più che la semplice salvezza».

Salvezza che invece è la parola d’ordine in casa C9 Arco Riva. I coach Angelo Crema e Giorgia Corradini hanno pescato a piene mani dalle giovanili, affiancando all’entusiasmo delle esordienti in categoria (non mancano atlete nate nel 2004 e 2005) alcune più esperte come Vivaldi, Fontanari ed Enei di ritorno in riva al lago dopo l’esperienza di studio fuori regione. Un gruppo che dovrà crescere giocando e che cercherà una salvezza tutta da guadagnare: «La preparazione si è svolta senza intoppi - afferma il tecnico Crema - se siamo pronti per il campionato lo scopriremo sabato. Abbiamo allestito un gruppo con diverse under 16 degli scorsi anni e le tre ragazze più esperte che hanno fatto bene lo scorso anno in Serie C. Sappiamo che alcune di loro non hanno mai giocato in Serie B2, vedremo come sarà il loro impatto con un campionato di livello più alto, anche se hanno le capacità per reggere la categoria. Agonisticamente l’obiettivo è quello di salvarsi, ma non meno importante sarà la crescita delle giovani».

Autore
Paolo Trentini
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,516 sec.

Classifica

Notizie

Foto e Video