SporTrentino.it
SuperLega

È Bruno da Re il nuovo presidente della Trentino Volley

La Trentino Volley volta pagina, ma nel segno della continuità. A succedere a Diego Mosna nella carica di presidente della società di via Trener è infatti il general manager Bruno Da Re: lo ha deciso ieri sera l’assemblea dei soci, che ha anche scelto Mauro Poli quale vice presidente. Nel contempo, altro passaggio importante, è stata perfezionata l’evoluzione societaria della srl e parte delle quote societarie in capo a Diatec Holding spa di Diego Mosna è stata acquisita e ripartita tra i Soci FM srl, F.lli Poli spa, Rioca srl, Dalmec spa, Mediocredito Trentino Alto Adige spa e Marco Previdi. Questo significa che Diego Mosna rimane all’interno della compagine e con lui le risorse vitali che in questi 21 anni ha sempre messo a disposizione di questo progetto sportivo di successo, che viene considerato un modello di efficienza gestionale.

Si tratta quindi di un passaggio di consegne storico per la società fondata nella primavera del 2000, ma non di una rivoluzione, come sarebbe stato qualora si fosse insediato nella carica più alta un altro imprenditore. Trento diventa quindi, probabilmente a tempo determinato, un’eccezione nel panorama della pallavolo italiana di vertice, i cui club sono di norma guidati da chi ci mette le risorse in prima persona, da Civitanova a Perugia, da Modena a Piacenza. Si tratta quindi solo dell’inizio di un percorso che dovrà portare all’individuazione di nuovi timonieri, una transizione protetta dalla presenza di Diego Mosna nella compagine sociale, che non si è interrotta.
Uno snodo al quale l’ormai ex presidente pensava da tempo, ma che lo sfortunato epilogo della stagione passata ha probabilmente accelerato, e che il tipo di mercato condotto in estate, votato ad aprire un nuovo ciclo tagliando i giocatori più costosi, ha reso evidente. Non è probabilmente un caso che l’ultima operazione condotta dall’imprenditore noneso prima di allontanarsi dai riflettori, sia stato il rinnovo del contratto di Alessandro Michieletto, l’ultimo gioiello prodotto dal “suo” vivaio ed anche l’atleta a cui ha simbolicamente assegnato il compito di diventare il simbolo vivente (e soprattutto giocante) della Trentino Volley che verrà.

Diego Mosna si è congedato attraverso un post, pubblicato su Facebook, Instagram e Twitter, nel quale fissa due punti cardine del suo ventennio, ovvero essere riuscito a portare il nome di Trento e del Trentino ai vertici dello sport mondiale e aver sfornato decine di giocatori che oggi militano in club di serie A e addirittura in nazionale.

La scheda di Bruno Da Re

Il nuovo Presidente di Trentino Volley Bruno Da Re è nato a Vittorio Veneto (Treviso) il 6 ottobre 1954 ed è uno dei dirigenti della pallavolo italiana maschile più apprezzati e conosciuti anche in campo internazionale. Professionista di questo settore dal 1987, è stato fra i principali protagonisti dei primi ventidue anni di attività della Sisley Treviso, con cui in qualità di procuratore generale ha vinto trentadue trofei (fra cui 9 Scudetti, 4 Coppe dei Campioni e 5 Coppe Italia); fra il 2009 e 2013 ha ricoperto la carica di Direttore Sportivo a Modena. Dal 1997 al 2000 e poi ancora fra il 2002 e 2004 è stato anche Presidente della Lega Pallavolo Serie A, mentre dal 2004 al 2008 è stato Presidente della Commissione Sport Events Council della FIVB (Federation International de Volleyball), oltre ad aver ricoperto il ruolo di Consigliere Nazionale della Federazione Italiana Pallavolo per due mandati (2005-2008 e 2008-2012). Dal 3 gennaio 2014 ricopre il ruolo di General Manager di Trentino Volley, che ha contribuito a mantenere fra le principali realtà internazionali della pallavolo, non solo per quanto riguarda i risultati ottenuti (uno Scudetto, un Mondiale per Club e una CEV Cup), ma anche per la stabilità economica della società.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,514 sec.

Classifica

Notizie

Foto e Video