volley.sportrentino.it
SporTrentino.it
A2 Femminile

La regista Asia Bonelli vicina alla Trentino Rosa

Terminata la stagione agonistica di Trentino Volley con la finale di Champions League, ora ci si attende che le operazioni per inglobare la Trentino Rosa nel club gialloblù possano andare a conclusione. Cosa stia frenando questo passaggio che dovrebbe dare una nuova identità alla più importante realtà femminile regionale non è stato esplicitato da nessuno dei protagonisti della trattativa, ma in settimana, intervistato dall’Adige, il presidente Bruno Da Re ha spiegato, senza entrare nel dettaglio, che rimangono degli ostacoli da rimuovere e che lo devono fare i dirigenti della non ancora ex Trentino Rosa. Che si tratti di pendenze economiche o di altri aspetti strutturali non lo ha chiarito, ma rimane il fatto che l’operazione può andare in porto. In questa cornice non certo ideale, il diesse Duccio Ripasarti e l’allenatore Stefano Saja (non ancora ufficializzati) devono comunque costruire la squadra, perché il tempo passa e gli organici delle contendenti si vanno definendo con una certa precisione, in serie A1 e, a cascata, in serie A2.

Detto della volontà della nuova compagine di confermare la schiacciatrice Chiara Mason, una delle atlete che nella passata stagione hanno offerto il rendimento migliore, per quanto riguarda il ruolo chiave della palleggiatrice, dal quale di solito si cominciano a costruire le compagini, l’obiettivo messo nel mirino si chiama Asia Bonelli, regista comasca del 2000 formatasi dal prestigioso vivaio di Orago, società con la quale ha esordio in B1 nella stagione 2016-2017, per poi trasferirsi a Trecate (B2), all’Albese (B1), approdando in A2 nel 2019-2020 con la maglia di San Giovanni in Marignano, dove l’ha allenata proprio il tecnico Stefano Saja, che la conosce quindi molto bene. Nelle ultime due stagioni ha giocato prima a Busto Arsizio e poi, in quella appena terminata, a Chieri, dove è stata la vice di Francesca Bosio.

Nel suo curriculum ci sono anche dei trascorsi nella nazionale pre-juniores, con la quale ha vinto il torneo delle Otto Nazioni. Il salto nella massima serie lo ha compiuto nel campionato successivo, quando si è trasferita a Busto Arsizio, seconda dell’americana Poulter, mentre nella stagione appena conclusa ha vestito la maglia di Chieri, come vice di Bosio. Si tratta di una giocatrice giovane e prestante, è alta 1 metro e 81, che dopo due anni in cui si è allenata molto, ma ha giocato poco, ha voglia di tornare ad essere protagonista.

Le prime mosse sembrano andare nella direzione di costruire una squadra giovane, Asia e Chiara hanno infatti 22 anni e sono nate ad appena due mesi distanza l’una dall’altra, ma non certo inesperta, almeno per quanto concerne il settetto base. L’obiettivo dovrebbe essere quello di disputare un campionato nella parte alta della classifica, senza però puntare subito al ritorno della massima serie, categoria che richiede un salto di qualità sul piano economico, organizzativo e dell’impianto di gioco ad oggi non sostenibile.

Autore
Andrea Cobbe
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,578 sec.

Classifica

Notizie

Foto e Video