SporTrentino.it
SuperLega

Modena piega per 3-0 un'Itas incompleta e poco lucida

Il 77° derby dell’A22 è della Leo Shoes PerkinElmer Modena. Questa sera al PalaPanini i padroni di casa hanno fatto loro il match valido per il settimo turno di regular season SuperLega, imponendo il terzo stop stagionale in campionato all’Itas Trentino.
Il 3-0 finale in favore degli emiliani è forse fin troppo severo nei confronti della formazione di Angelo Lorenzetti, che, nonostante le assenze di Podrascanin (ancora in isolamento fiduciario) e, all’ultimo momento, di Kaziyski (leggera distorsione al piede destro rimediata nella rifinitura mattutina), ha offerto una prova generosa in cui però è mancato l’acuto per provare quanto meno a protrarre la contesa sino al quarto set.

L’occasione si è materializzata nel finale di un primo parziale giocato a grande livello (52% in attacco, due muri e tre ace), in cui Sbertoli e compagni si sono costruiti anche due palle set prima di cedere al secondo tentativo dei locali. Copione simile anche nel terzo periodo, in cui l’Itas Trentino è risalita dal 10-16 al 22-22 prima di subire il break decisivo dell’ex Nimir, best scorer del match con 18 punti. Meno combattuto il secondo set, vinto a mani basse da Modena che ha trovato una grande serata in attacco. Trento ha comunque risposto proponendo un buon servizio (6 ace a fronte di 8 errori) e una coppia di palla alta mai doma come Michieletto (69% in attacco e due ace) e Lavia (48% con due block e una battuta punto), che ha chiuso il match con lo stesso score (13 punti). Il ko in Emilia toglie il primato ai gialloblù, che restano comunque al secondo posto.

La cronaca

L’Itas Trentino si presenta al PalaPanini priva sia di Podrascanin (ancora in isolamento fiduciario per via di un famigliare positivo) sia di Kaziyski (leggera distorsione al piede destro rimediata nel corso dell’allenamento di rifinitura della mattinata), schierando in campo un sestetto giovanissimo in cui l’elemento di esperienza è Lisinac. Lorenzetti conferma D’Heer in diagonale al centrale serbo e propone ugualmente il modulo a tre schiacciatori, con Cavuto che prende il posto del capitano in banda assieme a Michieletto. Sbertoli al palleggio, Lavia opposto e Zenger libero sono gli altri titolari. La Leo Shoes PerkinElmer risponde con Bruno al palleggio, gli ex Nimir e Rossini rispettivamente nei ruoli di opposto e libero, Earvin Ngapeth e Leal schiacciatori, Mazzone e Stankovic al centro.
L’avvio di match è tutto di segno emiliano (1-4), con Trento che soffre in ricezione (due ace di Ngapeth) e sbaglia in attacco con Lisinac. Il time out degli ospiti è un toccasana, perché al rientro in campo lo stesso Lisinac si fa perdonare, aiutato dai ficcanti servizi di D’Heer (8-9). Serve un’altra battuta punto, stavolta di Nimir per riallargare la forbice (10-13), ma Cavuto replica subito facendo sentire ai gialli il fiato sul collo (14-15, time out di Giani). Al rientro in campo due errori Leo Shoes e un altro ace di D’Heer offrono il primo vantaggio della serata agli ospiti (17-15); il +2 dura poco, perché poi si scatena la palla alta avversaria (18-19). Il finale di parziale è entusiasmante: Modena vola sul 20-22, Trento pareggia i conti a quota 23 e poi mette la freccia con un ace di Michieletto (24-23). Gli emiliani annullano due palle set alla squadra di Lorenzetti e poi chiudono alla loro seconda occasione con due punti consecutivi di Mazzone (slash e muro su Cavuto per il 26-28).

L’equilibrio visto per tutto il primo parziale dura solo sino all’1-2 del secondo set, perché la Leo Shoes PerkinElmer parte a spron battuto con servizio, muro e contrattacco, imponendo subito un passivo pesante all’Itas Trentino (2-6 e 2-9). Ancora prima della metà del parziale, Lorenzetti ha già speso i due time out a sua disposizione, ma è proprio in quel momento che la sua squadra riprende a giocare con Lavia in grande spolvero, che spinge i suoi sino al meno quattro (8-12). Di fatto è l’ultimo sussulto degli ospiti, perché poi sale in cattedra Nimir, guidando i suoi (10-16, 13-20) verso la netta affermazione (15-25) e lo 0-2 nel computo dei set.

Nel terzo parziale si torna a giocare sui binari dell’equilibrio, che dura però solo sul 6-6, perché poi la Leo Shoes prova a prendere il largo (7-10), guidata dagli ace e degli attacchi di Nimir (10-15). Trento ci crede ancora; con Lavia e D’Heer (super muro su Stankovic) arriva sino al meno tre (18-21) e poi pareggia clamorosamente i conti a quota 22, approfittando di qualche amnesia avversaria. La Leo Shoes vacilla, ma si rianima proprio nel finale, siglando un parziale di 0-3 che chiude set e partita sul 22-25.

«È vero che ci trovavamo in una situazione di emergenza, ma obiettivamente potevamo fare qualcosa in più per provare a vincere il primo ed il terzo set, parziali in cui abbiamo avuto diverse occasioni e non le abbiamo sfruttate. – ha commentato al termine della partita Angelo Lorenzetti - Inizialmente abbiamo sofferto l’onda d’urto del servizio di Modena, ma sapevamo che sarebbe stato così e dopo qualche difficoltà siamo riusciti ad adattarci. Il rammarico è sicuramente più grande per il terzo set, in cui proprio nelle prime giocate non siamo riusciti ad offendere come avremmo dovuto. Il nostro percorso prosegue, anche facendo tesoro di questa partita, in cui pur perdendo non abbiamo mai mollato».

Il tabellino

Leo Shoes PerkinElmer Modena-Itas Trentino 3-0 (28-26, 25-15, 25-22)
LEO SHOES PERKINELMER: Ngapeth E. 16, Mazzone 8, Nimir 18, Leal 12, Stankovic 6, Bruno 1, Rossini (L); Van Garderen, Sala 1, Sanguinetti, Gollini. N.e. Ngapeth S., Bellanova. All. Andrea Giani.
ITAS TRENTINO: Sbertoli 3, Cavuto 9, Lisinac 6, Lavia 13, Michieletto 13, D’Heer 7, Zenger (L); Pinali, Sperotto. N.e. Kaziyski, Albergati, De Angelis. All. Angelo Lorenzetti.
ARBITRI: Boris di Vigevano (Pavia) e Brancati di Città di Castello (Perugia)
DURATA SET: 31’, 23’, 29’; tot. 1h e 23’.
NOTE: 2.918 spettatori, incasso di 40.187 euro. Leo Shoes PerkinElmer: 4 muri, 9 ace, 8 errori in battuta, 4 errori azione, 64% in attacco, 50% (34%) in ricezione. Itas Trentino: 5 muri, 6 ace, 8 errori in battuta, 4 errori azione, 52% in attacco, 35% (23%) in ricezione. Mvp Ngapeth.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,547 sec.

Classifica

Notizie

Foto e Video