volley.sportrentino.it
SporTrentino.it
A2 Femminile

L'Itas Trentino soffre in avvio, ma poi rulla anche Montale

Nella giornata in cui la capolista Brescia cade a sorpresa sul campo dell’Albese con un fragoroso 3-0, primo ko da tre punti in nove giornate, l’Itas Trentino liquida con identico risultato l’Emilbronzo Montale e si porta a due sole lunghezze dalle lombarde, che verranno a Trento il 26 dicembre per dare vita al big match della prima di ritorno. Difficile che le ultime due giornate del girone ascendente possano modificare questa distanza, visto che Brescia giocherà contro Club Italia e lo stesso Montale e Trento contro Lecco e Cremona, ma si tratta comunque di un esito tutt’altro che scontato se solo si pensa che dopo la terza giornata le gialloblù erano penultime.

Ieri pomeriggio la squadra di Saja ha incontrato qualche difficoltà solo in avvio, quando ha commesso moltissimi errori dando coraggio alle avversarie, ma una volta trovata la giusta concentrazione ha fatto fatto valere la propria superiorità tecnica e fisica, chiudendo la contesa in tre soli set. Le gialloblù hanno attaccato meglio (36% contro 26%) e raccolto il doppio dei punti al servizio (6 contro 3) e a muro (7 contro 4), trovando in Chiara Mason (43% in attacco e 62% in ricezione) il punto di appoggio più solido di giornata. Molto meno brillanti in attacco le varie Michieletto (25%), Meli (33%) e Moretto (30%), anche se la centrale arrivata da Monza si è guadagnata il premio mvp a suoni di muri (3) e di servizi efficaci (2 ace e 7 break point).

La cronaca

Stefano Saja inizia l'incontro con il settetto base, così come Andrea Ghibaudi, che si affida ad Elisa Lancellotti in regia, Giulia Visintini opposta, Aneta Zojzi e Alma Frangipane in posto-4, Alessandra Rossi e Elena Fronza al centro, Amelia Bici libero.

Nei primi scambi l'Itas Trentino appare fin troppo fallosa, tanto che si ritrova sotto per 3-7 dopo aver commesso ben 5 errori ed aver subito un ace da parte di Fronza. Serve un time out per dare la scossa alle gialloblù, che danno i primi segnali di vita con un muro di Bonelli è un ace di Michieletto sul libero. Montale non ha però intenzione di mollare la presa e così raggranella altre due break point, frutto ancora di gentili omaggi trentini, il fallo di linea di Dehoog (5-9) e l'invasione di Mason (6-11). È il massimo vantaggio delle modenesi, che da questo momento in poi iniziano a rallentare. A suonare la carica per l'itas Trentino è Gaia Moretto, che mura in serie prima Frangipane e poi Zojzi (9-10). L’Emilbronzo risponde colpo su colpo e si riporta sul 9-13 e sul 12-15 con un muro di Visintini su Michieletto, ancora fuori dal match. Il 13-17 è frutto di un altro errore di Meli: dei 17 punti conquistati dalle emiliane ben 11 sono frutto di errori gialloblù, veramente troppi. Prima che sia troppo tardi l'Itas Trentino trova però il modo di risvegliarsi e lo fa sfruttando a sua volta due errori consecutivi delle ospiti in attacco, ma è sul 17-19 che le ragazze di Saja cambiano davvero marcia, avvicinandosi per la prima volta a -1 con un attacco di Mason e poi, sul 19-20, decollando con le battute di Asia Bonelli: la palleggiatrice comasca inizia con un ace, poi ci pensano un tocco sotto rete di Moretto, due contrattacchi vincenti della scatenata Mason e due errori consecutivi di Visintini e di Zojzi in attacco a consegnare il 25-20 alle trentine.

Il contraccolpo psicologico per Montale è abbastanza duro, infatti dopo pochi scambi si ritrova sotto per 4-1, colpita per tre volte da Dehoog e da un errore di Zojzi. Le modenesi non riescono a conquistare alcun break point fino al 14-10, mentre l'Itas ritrova pian piano tutti i propri punti di riferimento, in particolare Meli e Michieletto che nella prima frazione avevano sofferto parecchio. Montale rivede la luce quando i servizi della trentina Zojzi, oltre a portare un ace, permettono a Frangipane e a Michieletto (pipe in rete) di avvicinare le ospiti ad una sola lunghezza (14-13). Dopo pochi scambi, però, uno scontro fra Frangipane e Bici per eseguire un secondo tocco regala il 18-15 alle gialloblù, che poi si tengono strette il cambio palla fino al 21-19, quando un ace di Zojzi su Parlangeli fissa il 21-20. Anche in questo caso la squadra di Saja pigia sull'acceleratore al momento giusto e scappa fino al 25-20, sfruttando due attacchi della scatenata Chiara Mason e un muro di Moretto su Frangipane.

L'avvio di terzo set assomiglia molto a quello della frazione precedente. Anche in questo caso la squadra trentina crea subito un cuscinetto di sicurezza fra sé e le avversarie, un 5-1 frutto dei servizi di Gaia Moretto (anche un ace su Frangipane) e di tre errori di Montale. La squadra emiliana si riavvicina a -2 quando anche le trentine commettono qualche errore, ma rimane sempre un margine di sicurezza abbastanza ampio tra le due formazioni, aumentato da un errore di Zojzi in pipe (12-8). Gaia Moretto si guadagna il premio di mvp con un'altra serie di servizi efficacissimi, che portano un ace e altri due errori in attacco delle modenesi (sono già 8 a questo punto del set), mentre il massimo vantaggio lo confeziona un ace della neo entrata Bisio sul libero Bici. A questo punto nella metà campo trentina cala un po' la tensione e ad approfittarne è la neo entrata Irene Mescoli, che mette a terra tre attacchi quasi consecutivi, alternati a due errori trentini. Il 19-16 non preoccupa più di tanto l'Itas, che riesce a conservare questo margine fino alla fine del match, affidandosi a Dehoog per conquistare i punti numero 23 e 24, mentre a chiudere il match sul 25-19 è un attacco out dell'opposto Visintini, che chiude il match con appena 5 punti realizzati.

Il tabellino

Itas Trentino - Emilbronzo 2000 Montale 3-0 (25-20, 25-20, 25-19)
ITAS TRENTINO: Mason 13, Moretto 8, DeHoog 12, Michieletto F. 7, Meli 5, Bonelli 5, Parlangeli (L); Bisio 1. N.e. Libardi, Michieletto A., Serafini, Fondriest. All. Stefano Saja
EMILBRONZO 2000 MONTALE: Lancellotti 0, Visintini 5, Frangipane 8, Zojzi 10, Fronza 4, Rossi 5, Bici (L); Mannini 0, Mescoli 4. N.e. Bonato, Angelini, Aguero, Montagnani. All. Andrea Ghibaudi
ARBITRI: Fontini di Pisa e Cavicchi di Riccò del Golfo (La Spezia)
DURATA SET: 25’, 26’, 26’; tot. 1h e 23’
NOTE: Itas Trentino: 7 muri, 6 ace, 9 errori in battuta, 11 errori azione, 36% in attacco, 55% (35%) in ricezione. Montale: 4 muri, 3 ace, 6 errori in battuta, 19 errori azione, 26% in attacco, 51% (28%) in ricezione. Spettatori: 397. Mvp: Moretto

Autore
Andrea Cobbe
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,922 sec.

Classifica

Notizie

Foto e Video